• Anteprima mondiale a Bruxelles

    CieliRossiBassanoInGuerraCieli rossi, Bassano in Guerra
    Il documentario che narra la Grande Guerra attraverso il massacro di uomini e luoghi. Film documentario scritto e diretto da Giorgia Lorenzato e Manuel Zarpellon e prodotto da Sole e Luna Production. Il primo documentario presentato al Parlamento Europeo di Bruxelles in occasione delle celebrazioni commemorative della Grande Guerra.

    Leggi tutto...  
  • Cieli Rossi... riviviamo Ernest Hemingway

    PenneMonteGrappaRiviviamo Ernest Hemingway attraverso i suoi scritti, Villa Ca' Erizzo ed una penna storica: quella di Elmo & Montegrappa!

    Leggi tutto...  
  • Orgogliosi di esserci

    expoSole e Luna
    Orgogliosi di esserci anche noi ad Expo 2015!

    Leggi tutto...  
  • E’ online il video Cantina Colesel

    COLESELE’ online il video promozionale realizzato per la Cantina Colesel, eccellenza italiana nella produzione del Cartizze, la massima espressione del prosecco.

    Leggi tutto...  

CieliRossiBassanoInGuerra 321 123


“Cieli rossi, Bassano in Guerra”
Un film scritto e diretto da Giorgia Lorenzato e Manuel Zarpellon e prodotto da Manuel Zarpellon per Sole e Luna Production dedicato alla tragedia della Grande Guerra raccontata attraverso lo sguardo dei protagonisti del tempo e attraverso i feroci segni che questo conflitto ha lasciato sul territorio.
Attraverso un’attenta ricostruzione, resa possibile attraverso la lettura di diari d’epoca, la testimonianza del Colonnello Gianni Bellò (ex comandante della Caserma Milano a Cima Grappa dove si trova anche l’Ossario dedicato ai Caduti) e dello storico Marco Mondini, gli autori e registi hanno voluto restituire la tragedia della Grande Guerra attraverso facendo parlare non solo gli uomini, ma anche il paesaggio. Cieli rossi, Bassano in Guerra, infatti, narra la storia, da una parte, dei giovanissimi, per lo più classe 1899, che hanno votato la propria vita al servizio del proprio Paese, affrontando imprese a cui altri avrebbero probabilmente rinunciato; e quella di un territorio, il Bassanese, che ha vissuto nella propria carne un conflitto che ha segnato indelebilmente i propri lineamenti.
Il Massiccio del Grappa porta ancora i segni dei principali scontri avvenuti durante il conflitto: i crateri lasciati dalle esplosioni delle bombe, dei cannoni e delle granate, che lo hanno reso un paesaggio lunare, altamente suggestivo, a tratti spettrale.
Le riprese sono state effettuate tra Bassano del Grappa, il Massiccio del Grappa e l’Altopiano di Asiago e si sono unite alle testimonianze, alla documentazione, ai diari e alle foto di guerra.
La colonna sonora è di Federico Mosconi.
Ufficio Stampa Studio Alfa Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. responsabile ufficio stampa e P.R. Lorenza Somogyi Bianchi

Con il patrocinio di:
Regione Veneto – Fondo Regionale per il Cinema e l’audiovisivo
Comitato Interministeriale per il Centenario della Prima Guerra Mondiale
Comitato d’Ateneo per il Centenario della Grande Guerra dell’Università degli Studi di Padova
Associazione Nazionale Alpini
Comitato Regionale Veneto Centenario Grande Guerra
Città di Bassano del Grappa
Provincia di Vicenza
Provincia di Treviso
Città di Asiago
Comune di Mussolente
Museo Storico Italiano della Grande Guerra di Rovereto
Comunità Montana del Grappa
Unione Montana Valbrenta

Partners e collaborazioni:
Studio Alfa
Red Baron Advertising
Elmo & Montegrappa
Wedrone
HPRC

Sinossi
Bassano del Grappa ed il massiccio da cui prende il nome sono stati luogo di battaglie e sofferenze, di aiuti e solidarietà che sono rimasti nella storia durante la Grande Guerra.
Ed è proprio da quest’ultima che “Cieli Rossi, Bassano in guerra” partirà andando ad analizzarne diversi aspetti:
I. Cosa è successo e come è stato vissuto dal punto di vista dei bassanesi;
II. Cosa è successo e come è stato vissuto il conflitto al fronte;
III. Le diversità di una guerra che ha visto per la prima volta protagoniste armi fino a quel momento non utilizzate e strategie d’attacco e di difesa del tutto nuove.
Bassano del Grappa ed il massiccio sono stati inoltre crocevia di illustri personaggi, quali: Generale Cadorna, Gabriele d’Annunzio, Ernest Hemingway e molti altri che hanno contribuito, non solo durante il conflitto, ad aumentare il patrimonio storico-culturale riferito alla Prima Guerra Mondiale.
Un percorso della memoria di una guerra combattuta in un territorio che ancora oggi è un museo a cielo aperto, parlando delle diversità tra soldati austriaci ed italiani ed anche dell’incredibile amore per la Patria che ha permesso all’Italia la resistenza e la vittoria.


Questo sito usa cookies per il proprio funzionamento (leggi qui...)